Siti web per hotel

Siti web per hotel: Come dovrebbero essere

Siti web per hotel: Come dovrebbero essere

I siti web per hotel non sono semplici da realizzare

Che tu sia un webdesigner o un albergatore che sta pensando di creare o rinnovare un sito web per hotel, in questo articolo riporto quelli che secondo me sono i concetti fondamentali da tenere in considerazione quando si comincia a ideare un sito web per strutture ricettive.

E’ importante fare una piccola premessa: Questo articolo non vuole essere una guida, ma un modo per far comprendere a chi realizza siti web per hotel cosa realmente cercano i viaggiatori in un sito, perché un sito web per hotel non è un classico “sito aziendale di 5 pagine”, ma un sito che dovrà essere in grado di emozionare le persone.
Certo, a volte quando navigo online per alcune ricerche di hotel e mi ritrovo davanti siti web non responsive, sconclusionati e senza un senso logico, mi verrebbe veramente di contattarli… Ma farei un buco nell’acqua.

La struttura base del sito

   Responsive Web Design
In un precedente articolo ho descritto del perché è fondamentale realizzare un sito con responsive design, ovvero un sito web che si adatti ai vari dispositivi dove viene visualizzato. In accordo con Statcounter, a livello globale l’uso di internet tramite mobile, da agosto 2013 ad agosto 2014 è salito al 67%, questo dato dovrebbe farci comprendere quanto sia importante ottimizzare i siti web per dispositivi mobile.

Crescita mobile dal Agosto 2013 ad Agosto 2014 - Statcounter

   Header: Le info principali
Creando una barra nella parte header del sito, si potranno includere le informazioni principali da mettere subito in mostra.

  E’ importante indicare subito la posizione geografica dell’hotel. Ad esempio nella parte alta del sito potrebbe essere utile inserire la città dove si trova l’hotel accompagnata da un icona local cliccabile che mostra la mappa al clic.

  Inserire le informazioni di contatto con un indirizzo email e numero di telefono cliccabile (con link tel:)

 Un pulsante con “Prenota adesso“. Anche se manteniamo un design pulito ed elegante e cerchiamo di creare una struttura che guidi il visitatore a compiere un azione, a volte potrebbe essere utile inserire un pulsante che porti direttamente al booking engine.

   Menu e pagine: Poche voci nel menu e pagine chiare
Bastano poche voci, non è importante “intasare il menu”, anche se abbiamo molte cose da mostrare, dobbiamo mantenere una linea molto snella nei contenuti, quindi bastano poche voci.

 La Home non dovrà essere come al solito un pagina con widget sparsi a caso. La home è la porta principale dove entrano la maggior parte dei nostri potenziali clienti, dobbiamo far capire subito cosa abbiamo da offrire.

 La pagina “Hotel” (o chi siamo) dovrà includere la storia e la descrizione dell’hotel.

 La pagina “Camere” dovrà puntare alla lista delle camere disponibili all’interno dell’hotel. Ogni tipologia di camera dovrà avere una pagina dedicata, con descrizioni dettagliate, foto e pulsante al booking engine.

 La pagina “Contatti” mostrerà tutte le informazioni dell’hotel in questione ma anche dei gestori e/o diretti responsabili (o qualsiasi volto umano disponibile), con un normalissimo form contatti per la richiesta di maggiori informazioni.

   La pagina Home:
Nella home eviterei tutte le bellissime animazioni che andrebbero ad appesantire il caricamento, eviterei immagini di sfondo a tutto schermo con contenuto in trasparenza contenente del testo, tutto questo rende difficile la lettura delle informazioni.
Preferirei invece una home che funzioni un po’ da funnel, dove nella parte alta abbiamo delle immagini dell’hotel, scorrendo in basso si potranno trovare altre altre informazioni, fino ad arrivare in fondo dove trovare solo 2 opzioni da scegliere, “scopri le camere” o “Prenota Ora“.

   La pagina “Hotel” (chi siamo):
Chi entra in questa pagina è veramente interessato al vostro hotel, vuole sapere cosa avete da dire, quindi non sprecate questa opportunità con una descrizione sterile e senza valore aggiunto.

Avete l’opportunità di far vivere il vostro hotel attraverso immagini e parole, se fate il vostro lavoro con passione non è un compito arduo far innamorare le persone.

In un recente articolo dove parlavo di trivago Hotel Manager, ho scritto come dovrebbe essere essere secondo me una descrizione di un hotel, riporto qui alcuni punti più importanti:
testo non lungo: descrizione della struttura > servizi presenti > attrazioni presenti sul luogo.

   La pagina “Camere”:
In rete si parla tanto di disintermediazione dalle OTA, ma in realtà cosa facciamo di realmente pratico per far prenotare i visitatori nel sito del nostro hotel?
Ora senza addentrarci nel spinoso discorso delle disintermediazioni, credo che le OTA vadano usate (soprattutto se un hotel non è disposto a investire in attività di promozione online) e una motivazione potrebbe essere uno studio pubblicato da Expedia (che però si rifà al mercato Usa) dove ci fa sapere che l’83% dei viaggiatori cercano informazioni di viaggio online attraverso le OTA.
Quindi è importante fare degli sforzi in termini di promozione e posizionamento online per bilanciare il numero di prenotazioni dalle OTA e prenotazioni dirette, cercando ovviamente di aumentare le prenotazioni dirette.
E’ vero che le OTA hanno un potere immenso in termini di possibilità di investimento in promozione, però potremmo imparare molto da loro, ovvero da come riescono a dare tutte le informazioni che le persone cercano.

Per quanto riguarda la creazione delle pagine che fanno riferimento alle camere dell’hotel, sarebbe utile dividere le camere per tipologia, dove ogni tipologia di camera avrà la sua pagina dedicata con descrizione dettagliata,  servizi presenti, come sono impostate le tariffe e booking engine diretto alla prenotazione della tipologia di camera.

Recentemente ho scritto un articolo su come creare una landing page per hotel, potrebbe essere uno spunto per cominciare a capire come deve essere strutturata la pagina (ovviamente adattando i contenuti al tipo di pagina e aggiungendo il box del booking engine al posto del form indicato nel link).

Gli altri contenuti

   Landing Page:
Sono le pagine di atterraggio dove è possibile inserire dei contenuti speciali che serviranno ad attirare persone interessate a particolari argomenti e spingerli a compiere un azione precisa, che potrebbe essere una prenotazione o il download di materiale informativo in cambio dell’iscrizione alla mailing list.

In un articolo ho descritto come aumentare le prenotazioni anticipate di un hotel grazie alle landing page.

   Informazioni:
Sembra banale dirlo, ma ci sono moltissimi siti web dove mancano i contenuti essenziali, ovvero informazioni sull’identità dell’operatore, istruzioni chiare su come presentare un reclamo e chiarezza sulle tariffe e supplementi.

Conclusioni:
In questo articolo abbiamo visto come dovrebbe essere almeno la base di un sito web per hotel, quindi se dovrete rivolgervi ad un agenzia o un freelance, almeno sapete quali contenuti sono essenziali.
Il problema nasce dal fatto che chi realizza siti web, ovviamente non sempre è specializzato nella creazione di una certa tipologia di siti, come quella per hotel, per questo motivo per una struttura ricettiva resta importante avere a disposizione consulenti o collaboratori competenti in determinate materie e che quindi siano capaci di fornire chiarezza sulle strategie da attuare per una corretta presenza sul web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *